Formazione aziendale - servizi di consulenza

News

FAQ: Un Lavoratore che è anche Preposto deve fare entrambi gli aggiornamenti?

L’Accordo del 7 luglio 2016, nella tabella relativa ai CREDITI, indica che l’aggiornamento della formazione dei Preposti esonera dall’aggiornamento della formazione Lavoratori e viceversa, determinando una sovrapposizione tra i due obblighi formativi di aggiornamento. Poiché la formazione di base per Preposti viene definita come una “formazione particolare ed aggiuntiva” rispetto a quella dei Lavoratori, il relativo corso di Aggiornamento quinquennale, della durata di 6h, deve permettere di aggiornare le competenze e le conoscenze in materia di sicurezza sul lavoro, tenuto conto della peculiarità delle funzioni dettate dall’incarico conferito.

Detto ciò, non si ritiene che l’aggiornamento dei Lavoratori comprenda anche quello dei Preposti e si è del parere che, così come la formazione di base sia stata definita come “aggiuntiva”, anche l’aggiornamento debba essere considerato come tale: gli argomenti dei corsi di aggiornamento dei Lavoratori e dei Preposti hanno, infatti, contenuti e finalità diversi. Gli argomenti degli aggiornamenti per Lavoratori mirano alle novità sulla gestione dei rischi ai quali possono essere esposti ed alle relative misure di prevenzione e protezione aziendali; quelli degli aggiornamenti per Preposti, invece, mirano alle modalità di controllo/vigilanza, comunicazione e sensibilizzazione dei Lavoratori. 

In merito al processo formativo, nell’ottica del modello prevenzionale che lo sorregge, la Giurisprudenza ha più volte affermato il principio di Differenziazione, secondo cui lo stesso non debba essere di tipo generalista ma, piuttosto, specifico in funzione anche dei rispettivi ruoli, per cui riteniamo che i Preposti debbano ricevere un aggiornamento specifico rispetto al loro ruolo, che può esonerarli dalla partecipazione al corso di Aggiornamento come Lavoratori e non viceversa.