D. LGS 231

News

Reati colposi e D.Lgs. 231/2001: sentenza Cassazione N. 39615 del 20 ottobre/2022

La Cassazione, con la sentenza N. 39615 del 20 ottobre/2022 si pronuncia su un infortunio che aveva provocato lesioni gravissime riportate da un dipendente, rimasto schiacciato su un silos durante un’attività, in assenza di adeguate misure di sicurezza.

La Corte sostiene che l’interesse e vantaggio (criteri di imputazione della responsabilità amministrativa da dlgs 231/01) sono "criteri diversi ed alternativi" e tale principio è valido anche rispetto ai reati colposi.

Per colpa è da intendersi la negligenza, l’imprudenza, l’imperizia nella condotta.

La Corte ha accolto il ricorso presentato da una società contro la condanna del giudice. Il datore di lavoro, infatti, aveva proposto ricorso per Cassazione criticando la sentenza per non aver, spiegato quale sarebbe stato l’interesse o il vantaggio dell’azienda nel tollerare o promuovere le condotte che avevano portato all’infortunio.

 

La sentenza in oggetto afferma che la valutazione dell'interesse o vantaggio va effettuata rispetto alla condotta e non all'evento. 

 

Inoltre, dalle argomentazioni utilizzate, si evince che l’assenza di un Modello di Organizzazione e gestione non basta a provare la “colpa di organizzazione”.

Occorre infatti valutare se, in concreto, l’assetto organizzativo dell’azienda abbia effettivamente contribuito a causare lo specifico evento infortunistico.

In merito alla realizzazione di un Modello Organizzativo, ERSG con il suo TEAM di consulenti legali e tecnici specializzati, è in grado di supportarvi in ogni aspetto, con comprovata competenza nonchè esperienza ventennale.
 

Dott.ssa Emilia BarbatiDeputy Legal Manager , Responsabile Organismo di Vigilanza Dlgs 231/01, Mobility Manager

Loading…