Salute e sicurezza

News

Istituzione dell’Ispettorato nazionale del lavoro.

Il Governo ha emanato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 febbraio 2016, con l’individuazione delle risorse umane, finanziarie e strumentali del Ministero del Lavoro e dell’INAIL e dell’INPS, da trasferire all’Agenzia unica per le ispezioni del lavoro, secondo le procedure previste dal medesimo documento. Gli ispettorati territoriali eserciteranno prevalentemente le seguenti funzioni:
  1. coordinamento e razionalizzazione dell’attività di vigilanza;
  2. vigilanza e regolazione in materia di lavoro, legislazione sociale e strumenti di sostegno al reddito;
  3. tutela, anche civilistica, delle condizioni di lavoroprevenzione, promozione e informazione per la corretta applicazione della normativa lavoristica e previdenziale;
  4. vigilanza sull’applicazione della normativa in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
  5. controllo sull’osservanza delle disposizioni rientranti nei compiti e nelle attribuzioni dell’Ispettorato, per la cui violazione è prevista la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro;
  6. mediazione delle controversie di lavoro;
  7. certifcazione dei contratti di lavoro;
  8. gestione dei fluissi migratori per ragioni di lavoro.
La dotazione organica dell’Ispettorato nazionale del lavoro sarà pari a 6.064 unità.   Fonte: Dottrina Lavoro