Salute e sicurezza

News

2,5 milioni di euro per le aziende bolognesi nel bando contributi a sostegno della ripartenza in sicurezza dopo l’emergenza covid-19

Cos'è.

Il bando della Camera di Commercio di  Bologna è rivolto alle aziende ubicate nell’area metropolitana di Bologna che vogliono chiedere un contributo sui costi sostenuti per fronteggiare la ripartenza delle attività in conformità alle nuove regole per la sicurezza dei lavoratori e nei contatti con tutti i soggetti che si interfacciano fisicamente con l’impresa (clienti, fornitori ecc.), al fine di prevenire una nuova esplosione del contagio epidemiologico ed ai costi sostenuti per l’ottenimento di supporto nella riprogrammazione della finanza d’impresa, anche al fine di prevenire o trovare soluzioni a crisi indotte dall’emergenza Covid-19.  Sono 2 milioni e mezzo di euro le risorse disponibili per le imprese bolognesi.

Chi può partecipare

Le imprese, indipendentemente dalla dimensione, dalla forma giuridica e dal settore economico in cui operano, ubicate nell’area metropolitana di Bologna.

 

Come Funziona

Le imprese interessate possono inviare la documentazione di spesa dalle ore 9.00 del 15/06/2020 fino ad esaurimento fondi.

 

Cosa Finanzia

È possibile richiedere il rimborso delle spese sostenute ed integralmente pagate dal 01 febbraio 2020 alla data di presentazione della richiesta per le 3 Misure a seguire:

 

Misura A – Spese per la ripartenza in sicurezza, relative all’acquisto di: disinfettanti, DPI individuali, dispositivi per la misurazione della temperatura corporea, dispositivi contapersone per mantenere sotto controllo i flussi fisici, servizi di sicurezza (es. società di sorveglianza) per il controllo fisico degli accessi del pubblico, consulenze per la riprogettazione degli spazi di lavoro, utenze e connettività, acquisti di portatili e software destinati alla diffusione dello smart working;

 

Misura B – Spese per informazione e formazione sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, relative all’acquisto di: formazione in ambito salute e sicurezza con particolare attenzione ai rischi di contagio epidemiologico, consulenze e servizi per l’aggiornamento del documento di valutazione dei rischi e documentazione prevista dal D.Lgs. 81/2008, in ambito di contenimento epidemiologico e acquisto di materiali informativi digitali (es. totem digitali) e fisici (es. cartelli e pannelli in forex, piantane in metallo) per introdurre ed aggiornare la segnaletica necessaria per comunicare le nuove procedure di sicurezza da rispettare.

 

Misura C – Spese per consulenza, servizi e software per la prevenzione della crisi d’impresa ed il supporto finanziario, relativi all’acquisto di servizi di assistenza per le pratiche di accesso a moratorie su finanziamenti concessi dalle banche ed altre società finanziarie, consulenze e servizi per l’analisi e la riprogettazione della finanza e della redditività aziendale e spese per software finalizzati al monitoraggio permanente dell’equilibrio economico-finanziario.

 

Contributo spettante.

50% delle spese ammissibili, elevate al 55% per le aziende in possesso del rating di legalità

 

 Limite massimo del contributo.

 € 10.000 per azienda, con una spesa minima di € 1.000,00 per l’accesso al contributo

                              

ERSG mette a disposizione la propria consulenza per la prenotazione delle risorse e la relativa richiesta di rimborso. In caso di interesse scrivete direttamente a monica.zannoni@ertraining.it