D. Lgs 231

News

IL COMMITTENTE DATORE DI LAVORO NEGLI APPALTI: SENTENZA

Il committente assume una posizione di datore di lavoro nei confronti dei dipendenti dell’appaltatore solo nel caso in cui eserciti una concreta ingerenza nell’effettuazione di un’opera che non ha interamente appaltata. Lo stesso è invece sollevato da responsabilità nel caso in cui i lavori fossero subappaltati per intero in modo che non possa esservi alcuna ingerenza da parte sua nei confronti dell’appaltatore L’importanza di questa sentenza risiede sia nella interpretazione da dare alla definizione di datore di lavoro di cui all’art. 2 del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81 che nell’ individuazione della figura del committente datore di lavoro ai fini dell’applicazione dell’art. 26 dello stesso D. Lgs., riguardante la  sicurezza negli appalti e subappalti e nei contratti d’opera.   Fonte: puntosicuro