D. Lgs 231

News

Caporalato: un lavoratore ucciso probabilmente di caldo e stenti mentre lavorava in serra in nero.

Morto di infarto mentre raccoglie meloni in una serra a Varcaturo (NA). Il malore improvviso lo ha stroncato Pasquale Fusco a 55 anni. L’uomo lavorava in nero in uno dei tanti fondi della fascia costiera. È probabile che l’uomo sia morto a causa del fortissimo caldo dell’altro giorno all’interno della serra nella quale lavorava.

Accusato di sfruttamento e di omicidio colposo il proprietario dell’appezzamento di terreno.

Si è di fatto ripetuto il tragico precedente che ha portato alla norma sul Caporalato e che ha visto l' introduzione del reato anche nel dlgs 231/01 con collegamento delle norme di sicurezza. 

Il fatto ricalca quello di Paola Clemente, la bracciante tarantina di San Giorgio Jonico morta il 13 luglio del 2015 che ha portato alla suddetta norma.

La continua reiterazione dei casi, a seguito dell' introduzione di norme più incisive, aggrava i fatti.

Da una prima analisi, che rende la vicenda più triste,  sembrerebbe che il datore di lavoro stesse regolarizzando la posizione lavorativa del lavoratore dopo ed in conseguenza del decesso.