Ambiente

News

Inail. Procedura sperimentale per la determinazione di spore fungine in atmosfera.

Una nuova pubblicazione Inail si sofferma sulla procedura sperimentale per la determinazione di spore fungine in atmosfera. Viene proposto un metodo che può correlare l’insorgenza delle malattie respiratorie con la salubrità dell’ambiente lavorativo. Uno dei rischi spesso non conosciuti o sottovalutati nei luoghi di lavoro sia il rischio biologico dove agente biologico, come indicato dal D. Lgs. 81/2008, può essere ‘qualsiasi microorganismo, anche se geneticamente modificato, coltura cellulare ed endoparassita umano che potrebbe provocare infezioni, allergie o intossicazioni’. E parte dell’esposizione umana ad agenti biologici è dovuta al ai microorganismi trasportati dall’aria che costituiscono una porzione del bioaerosol, quel “complesso di particelle solide sospese nell'aria provenienti da organismi biologici, compresi i microrganismi (virus, batteri e funghi e loro spore) e i frammenti di materiali biologici, come i residui vegetali, i pollini e i peli di animali”. A presentare in questi termini il rischio biologico correlato al bioaerosol e in particolare alle spore fungine è un documento elaborato dal Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici (Dit) dell’Inail che si sofferma sull’analisi di ergosterolo nel bioaerosol come indicatore della presenza di spore fungine in atmosfera. In “Procedura sperimentale per la determinazione di spore fungine in atmosfera” - si segnala che luoghi di lavoro con atmosfere potenzialmente inquinate da bioaerosol possono essere, ad esempio, i “laboratori di ricerca biotecnologica, le aziende farmaceutiche, le aziende agro-alimentari e quelle di allevamento del bestiame, o quelle che lavorano nel campo del trattamento dei rifiuti, ma anche tutti i luoghi di lavoro o di vita che possono subire contaminazioni indirette”. Si segnala che “attualmente, sono disponibili soltanto proposte orientative, definite da un gruppo di lavoro coordinato dall’Unione Europea.   Fonte: puntosicuro